AVVISO MODIFICA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO Servizi TLC

Informiamo i CLIENTI che CLOUDITALIA ha provveduto ad aggiornare le proprie Condizioni Generali di Contratto dei Servizi TLC adeguandole a quanto imposto dalle Delibere Agcom nn. 348/18/CONS - 133/18/CIR - 487/18/CONS - 347/18/CONS. Trattandosi di modifiche imposte da Leggi e Regolamenti, le nuove Condizioni Generali saranno automaticamente applicate a far data dalla pubblicazione delle stesse sul sito web www.clouditalia.com alla sezione “Area Clienti” il 10/01/2019. Consulta l’informativa di dettaglio e le nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti.

AVVISO ADEGUAMENTO DELIBERA AGCOM n. 348/18/CONS sulla libertà di scelta delle apparecchiature terminali dal 1 dicembre 2018

A partire dal 1 dicembre 2018, in ottemperanza alla Delibera AGCOM n. 348/18/CONS, CLOUDITALIA garantisce ai propri CLIENTI il diritto di utilizzare i dispositivi per l’accesso ad internet (modem, router, access gateway VoIP) di loro scelta. Per la corretta configurazione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE, CLOUDITALIA comunica - senza oneri aggiuntivi - le specifiche e i parametri necessari tramite la lettera di attivazione (cd. Welcom Letter) del Servizio e/o accedendo al sito web alla sezione “Area Clienti”.
In adeguamento alla predetta Delibera, CLOUDITALIA, mette a disposizione del CLIENTE sottoscrizioni di offerte in abbinamento con i Dispositivi Internet “a titolo oneroso” e in noleggio prevedendo tale servizio come “opzionale”. Le offerte di servizi integrati prevedono la fornitura del Dispositivo Internet “a titolo gratuito” e in comodato d’uso. In entrambi i casi, le condizioni economiche e tecniche aggiuntive collegate alla fornitura sono indicate nelle Specifiche Tecniche, Descrittive e Tariffarie relative al Servizio di cui trattasi. Coloro che alla data di entrata in vigore delle Condizioni Generali di cui all’avviso che precede usufruiscono di Servizi resi tramite Dispositivo Internet CLOUDITALIA a titolo oneroso e in noleggio, in aderenza alla Delibera n. 348/18/CONS, possono recedere dal servizio opzionale senza oneri diversi dalla mera restituzione del Dispositivo Internet fornito da CLOUDITALIA e scegliere di utilizzare il proprio Dispositivo Internet, laddove tecnicamente possibile.
I servizi di installazione e manutenzione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE sono attività anch’esse libere e possono essere liberamente affidate dal CLIENTE a soggetti terzi a proprio onere e a propri costi. CLOUDITALIA non risponde per servizi di installazione e manutenzione, nonché per disservizi che riguardino esclusivamente il funzionamento del Dispositivo Internet scelto dal CLIENTE o che da quest’ultimo derivino, il quale deve rispondere alle esigenze tecniche necessarie alla corretta fruizione dei Servizi. Per maggiori dettagli consulta la FAQ “Come posso utilizzare il mio dispositivo internet?” e la nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Cloud Tools 2016 - Don't Stop Me Now

CT-1 CT-2 CT-3 CT-4 CT-5 CT-6 CT-7 CT-8 CT-9 CT-10 CT-11 CT-12 CT-13 CT-14 CT-15 CT-16 CT-18 CT-19 CT-20 CT-21 CT-22 CT-23 CT-24 CT-25 CT-26 CT-27 CT-28 CT-29 CT-30 CT-31 CT-32 CT-33 CT-34

L'evento in collaborazione con IN20

Guarda le presentazioni

La continuità operativa, ovvero la capacità di continuare a esercitare il proprio business a fronte di eventi avversi, è al giorno d'oggi un must per qualsiasi azienda. Al tempo stesso i servizi ICT tendono sempre più spesso a uscire fuori dal perimetro aziendale per integrarsi e convergere con altri cloud passando attraverso le reti di telecomunicazioni.

In uno scenario così complesso e interconnesso le criticità che possono mettere a repentaglio la continuità del business sono innumerevoli ed estremamente eterogenee. Non è più sufficiente realizzare un'infrastruttura solida e ben ingegnerizzata da un punto di vista sistemistico, ma è necessario confrontarsi con aspetti di networking che il più delle volte sfuggono al diretto controllo del fornitore cloud.

Parallelamente il progressivo aumento della complessità ha portato a una radicale necessità di specializzazione per ogni area: software, facilities, networking, security... Il costo delle infrastrutture, delle persone e della loro formazione è giustificabile solo in presenza di una massa critica importante, che rischia di essere appannaggio della grande impresa o dell'azienda che fa dell'ICT il proprio core business. Ma un'eventuale dimensione aziendale ridotta non autorizza a pensare che ci sia meno bisogno di continuità, soprattutto in un tessuto economico come quello italiano dove aziende medie o piccole spesso si trovano ad affrontare grandi multinazionali estere.

Alla luce di tutto questo, l'ultimo e non meno pericoloso rischio è che il cliente si trovi ad assistere a un rimpallo di responsabilità tra molteplici partner e fornitori di servizi. Un cloud che non si basa su una solida infrastruttura può quindi diventare un boomerang. È all'interno di questo contesto che nasce la stretta partnership tra Clouditalia e In20:

  • Clouditalia può vantare un posizionamento privilegiato, trovandosi a essere uno dei pochi Cloud Provider in Italia che garantisce la totale convergenza e integrazione dei servizi cloud con quelli TLC, che vengono erogati su una piattaforma proprietaria densa e tecnologicamente all'avanguardia;
  • In20 è capace di portare al cliente tutto il proprio valore di MSP (Managed Service Provider) con un'offerta di servizi gestiti erogati attraverso il proprio NOC, disegnati seguendo le best practices ITIL e contraddistinti da una forte capacità progettuale e di integrazione fra sistemi eterogenei, spaziando dai progetti di DR, all'outsourcing di una parte o della totalità dei servizi, alla gestione della sicurezza.