Avviso modifica Condizioni Generali di Contratto Servizi TLC

Informiamo i CLIENTI che CLOUDITALIA ha provveduto ad aggiornare le proprie Condizioni Generali di Contratto dei Servizi TLC adeguandole a quanto imposto dalle Delibere Agcom nn. 348/18/CONS - 133/18/CIR - 487/18/CONS - 347/18/CONS. Trattandosi di modifiche imposte da Leggi e Regolamenti, le nuove Condizioni Generali saranno automaticamente applicate a far data dalla pubblicazione delle stesse sul sito web www.clouditalia.com alla sezione “Area Clienti” il 10/01/2019. Consulta l’informativa di dettaglio e le nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Avviso adeguamento delibera AGCOM n. 348/18/CONS sulla libertà di scelta delle apparecchiature terminali dal 1 dicembre 2018

A partire dal 1 dicembre 2018, in ottemperanza alla Delibera AGCOM n. 348/18/CONS, CLOUDITALIA garantisce ai propri CLIENTI il diritto di utilizzare i dispositivi per l’accesso ad internet (modem, router, access gateway VoIP) di loro scelta. Per la corretta configurazione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE, CLOUDITALIA comunica - senza oneri aggiuntivi - le specifiche e i parametri necessari tramite la lettera di attivazione (cd. Welcom Letter) del Servizio e/o accedendo al sito web alla sezione “Area Clienti”.
In adeguamento alla predetta Delibera, CLOUDITALIA, mette a disposizione del CLIENTE sottoscrizioni di offerte in abbinamento con i Dispositivi Internet “a titolo oneroso” e in noleggio prevedendo tale servizio come “opzionale”. Le offerte di servizi integrati prevedono la fornitura del Dispositivo Internet “a titolo gratuito” e in comodato d’uso. In entrambi i casi, le condizioni economiche e tecniche aggiuntive collegate alla fornitura sono indicate nelle Specifiche Tecniche, Descrittive e Tariffarie relative al Servizio di cui trattasi. Coloro che alla data di entrata in vigore delle Condizioni Generali di cui all’avviso che precede usufruiscono di Servizi resi tramite Dispositivo Internet CLOUDITALIA a titolo oneroso e in noleggio, in aderenza alla Delibera n. 348/18/CONS, possono recedere dal servizio opzionale senza oneri diversi dalla mera restituzione del Dispositivo Internet fornito da CLOUDITALIA e scegliere di utilizzare il proprio Dispositivo Internet, laddove tecnicamente possibile.
I servizi di installazione e manutenzione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE sono attività anch’esse libere e possono essere liberamente affidate dal CLIENTE a soggetti terzi a proprio onere e a propri costi. CLOUDITALIA non risponde per servizi di installazione e manutenzione, nonché per disservizi che riguardino esclusivamente il funzionamento del Dispositivo Internet scelto dal CLIENTE o che da quest’ultimo derivino, il quale deve rispondere alle esigenze tecniche necessarie alla corretta fruizione dei Servizi. Per maggiori dettagli consulta la FAQ “Come posso utilizzare il mio dispositivo internet?” e la nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Dorsale adriatica: 750 km per l'innovazione



Nell’ambito del percorso di crescita Clouditalia sta avviando progetti di investimento e valorizzazione delle proprie infrastrutture per ampliare la gamma di offerta di servizi integrati ultra-broadband e Cloud Computing e la loro disponibilità in ambito nazionale. Nel primo trimestre del 2016 questo percorso porterà a valorizzare una delle infrastrutture più importanti della rete Clouditalia ed in particolare la dorsale Adriatica. Tale infrastruttura, realizzata integralmente da Clouditalia lungo la dorsale Adriatica da Bologna fino a Bari, copre circa 750 km e si compone di 9 monotubi di cui uno “di manovra” riservato per le attività di manutenzione. I rimanenti otto tubi sono idonei alla posa di cavi in fibra ottica funzionali alla erogazione di servizi di trasporto ad altissima capacità e dei servizi di accesso broadband ed ultra-broadband. L’infrastruttura “Adriatica” sarà pertanto al centro di progetti di sviluppo di Clouditalia finalizzati anche al raggiungimento degli obiettivi nazionali e comunitari di sviluppo dei servizi ultra-broadband e crescita digitale (in particolare nelle così dette “aree bianche”). Tale infrastruttura sarà altresì messa a disposizione dei partner commerciali di Clouditalia interessati allo sviluppo di reti ultraveloci, anche attraverso la risposta alla consultazione pubblica indetta da Infratel Italia e finalizzata al puntale censimento e mappatura delle infrastrutture disponibili per il mercato degli operatori di telecomunicazione ed internet service providers.